Natale, mistero di divina umilta’

Quando dunque Giuseppe e Maria giunsero a Betlemme per farsi registrare, « Maria partorì il figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia perché non c’era posto per loro nell’albergo» (Lc 2,7).
Così qui si mette in evidenza come colui che è nato dalla Vergine sia primogenito; non solo primogenito ma anche unigenito del Padre, perché è del Padre prima di tutte le cose, unigenito del Padre perché procede solo dal Padre.

Similmente è dichiarato primogenito e unigenito della Vergine: primogenito perché è il primo a nascere da una vergine, unigenito perché è l’unico a essere nato da una vergine. Vedi a quanta umiltà si è abbassato il Figlio di Dio per causa nostra: viene posto nella mangiatoia colui che col Padre regna nel cielo; viene avvolto in fasce colui che elargisce la veste dell’immortalità; si mostra piccolo nel corpo colui che è sublime e potente.

Cromazio di Aquileia, Sermone 32,2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...