« Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente » (Lc 1,49)


Maria, tempio della Trinità, focolare del fuoco divino, Madre di misericordia, … sei il ramo nuovo (Is 11,1) che ha prodotto il fiore che profuma il mondo, il Verbo, il Figlio unigenito di Dio. In te, terra feconda, è stato seminato il Verbo (Mt 13,3). Hai nascosto il fuoco nella cenere della nostra umanità. Vassoio di umiltà in cui arde la luce della sapienza vera…, con il fuoco del tuo amore, con la fiamma della tua umiltà, hai attirato a te e verso di noi il Padre eterno…

 

Grazie a quella luce, o Maria, non sei mai stata come le vergini stolte (Mt 25,1), poiché eri colma della virtù di prudenza. Per questo hai voluto sapere come si sarebbe potuto compiere ciò che l’angelo ti stava annunziando. Sapevi che «nulla è impossibile a Dio»; non ne avevi alcun dubbio. Perché allora hai detto: «Non conosco uomo»?

 

Non ti mancava la fede; ti faceva dire questo la tua umiltà profonda. Non dubitava della potenza di Dio; guardava te stessa come indegna di così grande prodigio. Non per il timore sei stata turbata dalla parola dell’angelo. Alla luce stessa di Dio, mi sembra che fosse piuttosto per l’ammirazione; e cosa ammiravi, o Maria, se non l’immensità della bontà di Dio? Guardando te stessa, ritenevi te stessa indegna di tale grazia, e rimanevi stupefatta. La tua domanda è la prova della tua umiltà. Non eri piena di timore, bensì soltanto di ammirazione davanti alla bontà immensa di Dio in confronto alla tua piccolezza, alla tua umile condizione (Lc 1,48).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...