OLTRE LA NATURA
“Ama il prossimo tuo come te stesso”.
E’ una tensione continua, perchè la nostra natura ama sè stessa.
Spesso, la cronaca registra sciagure, terremoti, cicloni, che fanno vittime, feriti, senzatetto.
Ma una cosa è essere uno di loro, e un’altra non esserlo.
E, anche se possiamo offrire qualche aiuto per soccorrere gli altri, noi non siamo loro.
Domani potrà essere l’inverso: io su un letto (se mi sarà dato un letto!) di morte e gli altri di fuori al sole, a godersi, come possono, la vita.
“Ama il prossimo tuo come te stesso”: tutto quanto Cristo ci ha comandato, supera la natura.
Ma anche il dono che Egli ci ha fatto, quello mqnzionato alla Samaritana, non è di natura umana.
Cosicchè l’aggancio con il dolore del fratello, con la gioia o con le preoccupazioni dell’altro, è possibile perchè abbiamo in noi la carità che è di natura divina.
Con questo amore, e cioè quello cristiano, il fratello può essere veramente confortato e, domani, io posso esserlo da lui. E, in tal modo, è possibile vivere, chè altrimenti la vita umana sarebbe assai dura, difficile e potrebbe apparire alle volte impossibile.
Chiara Cubich
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...