Trasformato

pane della vitaVi sarà capitato di sentire storie di uomini famosi, che partiti dal nulla hanno accumulato immense fortune, e nonostante questo, mantenevano certe abitudini del passato o guardavano a cose che glielo ricordassero, e a chi gliene chiedeva la ragione rispondevano:

“Per non dimenticare da dove vengo”

e questo affinchè potessero continuare ad apprezzare quello che avevano ottenuto.

Ieri, durante la condivisione della Parola coi fratelli, è successo qualcosa di simile e che oggi voglio condividere con voi.

Il fratello Giorgio stava leggendo dall’epistola di 1Giovanni il capitolo 3:

Vedete di quale amore ci è stato largo il Padre, dandoci d’esser chiamati figliuoli di Dio!

Arrivò a stento alla fine del primo versetto perchè la voce gli si era spezzata dall’emozione mentre alcune lacrime cominciavano a rigargli il volto. Ci spiegò che in quel momento provava un grande senso di riconoscenza verso il nostro Signore perchè si ricordava “da dove era venuto”. (vedi testimonianza)

Naturalmente sia io che la sorella Ruth non siamo rimasti indifferenti a questa forte emozione, e qui vorrei approfittare per elogiarla per la sua continua ricerca di lettura in comunione, che senza togliere nulla alla lettura fatta da soli, apporta sicuramente qualcosa in più.

Come sicuramente molti di voi, mi sono chiesto spesso perchè non sempre ciò che leggiamo ci tocca così profondamente e così intensamente, ma dopo quell’episodio, queste parole continuavano a riecheggiare nella mia mente:

“Perchè non sono state trasformate”!

Ora, io sò che tutti coloro che hanno accettato Gesù come Signore, sono stati “trasformati”, e hanno ricevuto una nuova vita, e questo grazie all’opera rigeneratrice dello Spirito Santo, e che la crescita di questa nuova creatura dipende dalla Parola di Dio.

Matteo 4:4 Ma egli rispose: «Sta scritto: “Non di pane soltanto vivrà l’uomo, ma di ogni parola che proviene dalla bocca di Dio”».

Il nostro nutrimento spirituale ci viene dalla Parola di Dio, il vero cibo della nostra anima, e Gesù per farcelo comprendere meglio, ci ha detto che Lui è il vero Pane che viene dall’alto e che avremmo dovuto “mangiare di questo pane per avere vita”.

Giovanni 6:35 Gesù disse loro: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà mai più sete.

Giovanni 6:48 Io sono il pane della vita.

Purtroppo però non tutti sembrano usufruirne adeguatamente e ad avere una crescita secondo le aspettative, indipendentemente dalla quantità delle letture fatte.

Perchè accade ciò?

Il pane, che è un semplice impasto di acqua e farina e poco altro, ha bisogno di un passaggio essenziale per poter diventare quell’alimento desiderabile e digeribile che tutti apprezziamo… la cottura!

Col calore del forno esso si trasforma… e, mentre quell’impasto, se fosse consumato così com’è, ci procurerebbe solo un mal di pancia, dopo cotto, diventa il gustoso nutrimento che tutti conosciamo.

Similmente, la Parola ci fornisce tutti gli elementi indispensabili al nostro nutrimento, ma essi devono essere “trasformati” dal calore dello Spirito Santo affinchè ne possiamo gustare tutta la bontà e possano giovare alla nostra crescita.

Ho cercato d’immaginare il nostro cuore come ad un forno, che senza fuoco non può cuocere ciò che gli viene introdotto, mentre se riscaldato da una forte fiamma, produce quella meravigliosa “trasformazione”.

Naturalmente questo fuoco è lo Spirito Santo che trasforma e rende vivo l’alimento, ma forse qualche “forno” rimane spento per il fatto che non permette a questa fiamma di bruciare.

Efesini 4:30 Non rattristate lo Spirito Santo di Dio con il quale siete stati suggellati per il giorno della redenzione.

1Tessalonicesi 5:19 Non spegnete lo Spirito.

… e quindi continuano a nutrirsi di freddo impasto che a poco o nulla giova.

Alcuni si ingegnano a sperimentare ricette, combinando gli ingredienti in molti modi ma senza mai cuocerli. Ci sono dei grandi “Chef spirituali” che grazie a studi approfonditi, dosano i quantitativi e le giuste combinazioni, fornendo il gourmet perfetto per una sicura dieta miracolosa… peccato che siano quasi sempre piatti freddi mancanti dell’elemento essenziale!

L’Apostolo Paolo condiva le sue lettere con le lacrime, e queste appiccavano un fuoco nei cuori di chi le leggeva, facendo si che essi lasciassero divampare lo Spirito Santo necessario a trasformare quelle parole in buon cibo, nutrendoli e fortificandoli.

1Corinzi 2:4 la mia parola e la mia predicazione non consistettero in discorsi persuasivi di sapienza umana, ma in dimostrazione di Spirito e di potenza,

1Tessalonicesi 1:5 Infatti il nostro vangelo non vi è stato annunziato soltanto con parole, ma anche con potenza, con lo Spirito Santo e con piena convinzione; infatti sapete come ci siamo comportati fra voi, per il vostro bene.

Vi state nutrendo di freddi sermoni e “spente” letture o state lasciando che nei vostri cuori arda quel fuoco che possa trasformare la Parola in qualcosa di vivo? Assicuratevi di avere un cuore ben riscaldato dal Suo amore prima di accostarvi alla Sua Parola, dopodichè…

Gustate e vedete quanto l’Eterno è buono! (Salmi 34:8)

Timmy Love

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...