Le visioni di Daniele

 

 

Prima che l’uno o l’altro degli imperi medio-persiani o greci avessero mai il dominio, il profeta Daniele, nell’anno 539 A.C. predisse che sarebbe stata combattuta una guerra fra questi due imperi mondiali, e ne profetizzò il risultato. Avvenne precisamente come lui predisse più di 200 anni dopo, nel 333 A.C.!
Questa notevole visione del capitolo 8 di Daniele comincia con questa profezia riguardante il conflitto fra la medio-persia e Alessandro Magno. Poi il profeta, usando questa visione come trampolino, si lancia lontano nel futuro e negli eventi del TEMPO DELLA FINE – il tempo nel quale ora stiamo vivendo! (la visione è coperta nei versi 1-14, e l’interpretazione nei versi 15-27)
VISIONE:
nel terzo anno del regno di Belshazzar (539 A.C.) io, Daniele, ebi una visione… ero in visione e guardai ed ecco.. davanti al fiume ritto un montone che aveva due corna.. una era più alta dell’altra, e la più alta veniva sull’ultima. Vidi il montone che cozzava da occidente, settentrione e mezzogiorno.” (Daniele 8.-4)
INTERPRETAZIONE:
“E avvenne che mentre io… avevo questa visione e cercavo di intenderla..udii la voce di un uomo..che gridò e disse a Gabriele, o spiega a colui la visione… ed egli mi disse.. il montone che tu hai veduto con due corna rappresenta i re di Media e di Persia.” (Daniele8:15,16,19,20)
l’impero medio-persiano era un impero gemellare: “due corna”, ma i persiani erano i più forti dei due: “uno era più alto dell’altro”. Sebbene Dario il Medio fosse un grande conquistatore e conquistò la cosiddetta imprendibile città di Babilonia, fu Ciro il Persiano e il suo impero persiano che in seguito regnarono supremo: “la più alta veniva sull’ultima”.
VISIONE:
“E come io stavo considerando questo, ecco venire dall’occidente un capro, che percorreva tutta la superficie della terra senza toccare il suolo: e questo capro aveva un corno cospicuo fra gli occhi.”
“E lo vidi giungere vicino al montone, pieno di rabbia contro di lui, investirlo e spezzargli le due corna; il montone non ebbe la forza di tenergli fronte e il capro lo atterrò e lo calpestò e non ci fu nessuno che potesse liberare il montone dalla potenza d’esso… perciò il capro diventò sommamente grande.” (Daniele8:5,7,8a)
INTERPRETAZIONE:
“il becco peloso è il re di Grecia, e il gran corno fra i suoi occhi è il primo re.” (Daniele8:21)
Qui abbiamo il capro di Grecia con il suo “GRAN CORNO”, ALESSANDRO MAGNO, che arrivò furiosamente alla carica dall’occidente (la Grecia) per distruggere il montone della Persia.
Durante questa guerra i re persiani impiegarono quasi 5 milioni di uomini in battaglia, una delle più grandi macchine da guerra mai congegnate in tutta la storia. Eppure Alessandro, con una forza di soli 500.000 uomini, uno contro dieci, mise totalmente in rotta questa forza superiore e con pochissime perdite.
Dio era dietro ai greci in queste battaglie per poter preparare il mondo alla venuta di Cristo dando al mondo una lingua comune, il greco, e risvegliando un grande interesse nella religione tramite la cultura ellenistica.
Anzi, fu proprio questa profezia che salvò Israele quando Alessandro arrivò a Gerusalemme durante il corso delle sue conquiste. Gli ebrei gli parlarono e gli mostrarono il rotolo di questa profezia che nominava il suo impero e questo compiacque talmente Alessandro che lasciò in pace Israele e non la razziò come aveva fatto con tutte le altre nazioni che conquistava.
VISIONE:
“Perciò il capro diventò sommamente grande; ma quando fu potente il suo gran corno si spezzò.” (Daniele8:8a)
INTERPRETAZIONE:
A 20 anni d’età Alessandro cominciò la sua campagna militare, conquistando tutto il mondo civilizzato dalla Grecia all’India, e dalla Russia Meridionale all’Africa settentrionale, in solo dieci anni. Senza dubbio questa veloce conquista è il motivo per cui il Signore ha raffigurato il suo regno come un leopardo alato, nella visione di Daniele 7, e qui come un capro che non toccava il terreno!
Ma proprio quando era all’apice del suo potere “quando fu potente”, alla giovane età di soli 33 anni, Alessandro morì.
VISIONE:
“E in luogo di quello, sorsero quattro corna cospicue, verso i quattro venti del cielo.” (Daniele8:8b)
INTERPRETAZIONE: “Quanto al corno spezzato, al cui posto ne son sorti quattro, questi sono quattro regni che sorgeranno da quella nazione, ma non con la stessa sua potenza.” (Daniele 8:22)
L’impero medio-persiano cadde di fronte ad Alessandro. E quando lui cadde i suoi quattro generali si divisero il suo impero in quattro parti principali, verso i quattro venti, Est, Nord, Ovest e Sud.
Questi quattro regni furono raffigurati come un leopardo a quattro teste in Daniele 7.
in senso orario da Ovest a Sud, i nomi di questi quattro regni sono: Ovest – Grecia: questo è in linea di massima la stessa area dell’attuale Grecia, ma includeva molto più territorio allora; Nord –Assiria o la moderna Turchia: questa comprendeva anche parte dell’attuale Russia. Est – Siria: questo era l’antico impero siro, che oggi comprende non solo la moderna Siria, ma anche l’Iran, l’Iraq, e parti del Pakistan e dell’India! Sud – Egitto: anche la Libia, l’Etiopia e tutta l’area dell’Africa del Nord-Est erano governati dall’Egitto a quei giorni.
È da questo verso che il profeta ora si lancia improvvisamente nel futuro lontano e negli eventi del tempo della fine.
VISIONE: ” E dall’una d’esse (questa suddivisione in quattro terre) uscì un piccolo corno che diventò molto grande verso mezzogiorno, verso levante, e verso il paese splendido.” (Daniele8:9)
INTERPRETAZIONE:
“E alla fine del loro regno, quando i ribelli avranno colmato la misura delle loro ribellioni, sorgerà un re dall’aspetto feroce ed esperto in stratagemmi.” (Daniele 8:23)
qui non abbiamo solo la POSIZIONE GEOGRAFICA da cui l’antiCristo (questo piccolo corno) verrà, ma anche il tempo della sua venuta! “Da una delle quattro parti del regno di Alessandro alla “fine”, un “piccolo corno” o un “re dall’aspetto feroce”, “sorgerà”.
Una profetessa cristiana evangelista e una rinomata veggente ricevettero negli anni ”60 delle particolari rivelazioni sull’ascesa dell’antiCristo e il luogo da dove sarebbe venuto.
Queste due donne descrissero che dall’Egitto e da ”Memphis” (l’antica capitale egizia, oggi il Cairo) sarebbe uscita la ”GRANDE CONFUSIONE” (intesa come l’antiCristo e tutti gli eventi a lui collegati). La veggente, (in alcuni aspetti controversa.. ha difatti realizzato diverse pubblicazioni astrologiche-New Age e in concomitanza dichiarandosi anche cattolica romana..) fuJeane Dixon che negli annni ”60 nei suoi libri: ”Gift of Prophecy” (Dono di Profezia) e My Life and Prophecies, William Morrow and Company, 1969, riferì una visione che mostrava un uomo che sorgeva dall’Egitto che avrebbe dominato il mondo intero! Nel suo libro successivo ella interpreta questo giovane uomo come il futuro dittatore mondiale conosciuto come l’antiCristo, o la Bestia nella Bibbia!
Nella sua visione descrive inoltre questo uomo come un ”sole” e un discendente della dinastia faraonica egizia di Akhenaton e Nefertiti… [ nel prossimo articolo approfondiremo questi aspetti presenti OGGI in un uomo in particolare sotto agli occhi di tutti noi..] Jeane Dixon predisse inoltre l’assassinio di JF Kennedy..
Ora se l’Egitto potrebbe essere quel regno da cui deve spuntare quel piccolo corno, vediamo se la descrizione delle tre direzioni della sua espansione (Daniele8:9) o del suo ”espandersi” calzano.
L’Egitto ha molto spazio per l’espansione ”verso il sud” – l’intero continente dell’Africa; “verso est” – molto spazio per ingrandirsi verso l’Asia; e ”verso il paese splendido”, che è Israele. (Salmo 106:24 e Geremia 3:19).
Se si espande verso il Sud, l’Est e il paese splendido, DEVE ESSERE SITUATO A SUD del paese splendido,perchè se fosse a nord di esso, il paese splendido sarebbe a sud e la profezia avrebbe dato solo due direzioni, sud e est; ma invece qui dà tre direzioni. Per questo e altri importanti motivi che vedremo nel prossimo articolo collegati agli attuali eventi della nostra contemporaneità possiamo iniziare ad essere convinti che l’antiCristo provenga da uno degli stati africani che si trovavano anticamente sotto il dominio egiziano a Sud di Israele. Ma capiremo meglio il perchè nel prossimo articolo.
È scritto che sarà ”esperto in stratagemmi”. Nel capitolo 28 di Ezechiele, l’antiCristo è allegoricamente raffigurato come ”il principe di Tiro” di cui si dice, ”tu sei più savio di Daniele: nessun mistero è oscuro per te.” (Ezechiele28:3) nell’Apocalisse è scritto della bestia, o dell’antiCristo, che ”il dragone (o diavolo) le diede la propria potenza e il proprio trono e grande potestà” (Apocalisse13:2) Egli sarà in comunicazione diretta con il diavolo stesso.
In Daniele 7 abbiamo visto che questo piccolo corno che sorgeva dopo gli altri 10 regni rappresenta una giovane potenza mondiale, il Comunismo, con occhi e bocca, il che dimostra che il piccolo corno è alla fine personificato in un individuo.
Ma qui dice che questo individuo, QUESTO PICCOLO CORNO O RE FEROCE, NON PROVIENE DALLE SUPERPOTENZE ROSSE, LA RUSSIA O LA CINA, MA DAL PICCOLO REGNO DEL TERZO MONDO, L’EGITTO!
Così a quanto pare può semplicemente darsi col permesso di Dio e l’aiuto del diavolo, che l’antiCristo o SUPER-UOMO, prima solleciterà con la sua linea politica e il suo comportamento l’aiuto dei comunisti per salire al potere, ma l’immagine qui è che poi li ”conquisterà”! Loro pensano che lo conquisteranno, ma finisce che li conquista lui mediante il potere soprannaturale e ingannatore di Satana!
Dio stesso permetterà e lascerà che l’antiCristo conquisti il potere, ”perchè non v’è autorità se non da Dio: e le autorità che esistono sono ordinate da Dio” (Romani13:1) e l’antiCristo farà del bene al mondo da principioSarà proprio come Satana, che aveva cominciato come servo di Dio ma poi si esaltò nell’auto-adorazione e perse la benedizione di Dio.
Tra le tante teorie alcuni hanno detto che questo piccolo corno trovava il suo compimento in Antioco Epifane, un governatore greco della Siria che inflisse grandi persecuzioni agli ebrei durante gli anni 168-165 A.C. E senza dubbio era un compimento intermedio dell’ultimo piccolo corno, come anche altri lo sono stati. (approfondite in questo articolo chi sono stati gli altri”sette re” antiCristo, di cui parla la profezia in Apocalisse 17:9)
tuttavia il messaggero angelico che dà a Daniele la visione chiarisce perfettamente quando QUESTO PICCOLO CORNO SORGERÀ, quando afferma quattro volte”Questa visione concerne IL TEMPO DELLA FINE.’‘ (Daniele8:17); ”Io ti farò conoscere quello che avverrà nell’ultimo tempo dell’indignazione; poichè si tratta del tempo fissato per la fine.” (verso 19); ”Alla fine del loro regno”.(verso 23)
VISIONE:
”Ed esso s’ingrandì (il piccolo corno) fino a giungere all’esercito del cielo; fece cadere in terra parte di quelle stelle e le calpestò.” (Daniele8:10)
INTERPRETAZIONE:
”La sua potenza sarà grande, ma non sarà potenza sua (ma ”il dragone” o il diavolo ”gli dette la sua potenza”. (Apocalisse13:2): egli farà prodigiose ruine, prospererà nelle sue imprese, e distruggerà i potenti e il popolo dei santi.” (Daniele8:24)
Alcuni dicono: ”bene quell’esercito del cielo saranno gli angeli del diavolo.” Pensate che l’antiCristo, o in realtà il diavolo, (poichè l’antiCristo sarà il diavolo incarnato), pensate che il diavolo calpesterebbe i suoi stessi angeli? No, è la Chiesa! L’Esercito del Cielo rappresenta i figli di Dio! Certamente l’antiCristo non potrebbe calpestare gli angeli di Dio, questo è certo, quindi si tratta della Chiesa.
”l’esercito del cielo” del verso 10 è la stessa cosa del ”popolo dei santi” del verso 24. ”Santo” significa ”messo da parte”, o ”separato” – i figli di Dio che fuoriescono dal sistema corrotto per servire Dio ( 2Corinzi6:14-18) e vivono per fede, proprio in questo momento, come disse Paolo, ”in luoghi celesti con Cristo Gesù”. (Efesini2:6, e Colossesi3:1-3) Così contrariamente all’opinione di alcuni appartenenti ad alcune Chiese, IL POPOLO DI DIO SARÀ ANCORA QUI DURANTE IL REGNO ANTICRISTO, E PASSERANNO UN PERIODO DI GRANDE TRIBOLAZIONE E PERSECUZIONE, come abbiamo visto in Daniele 7:21.
VISIONE:
”S’elevò anzi fino al capo di quell’esercito, gli tolse il sacrifizio perpetuo e il luogo del santuario fu abbattuto. L’esercito gli fu dato nella mano con sacrifizio perpetuo a motivo della ribellione, e il corno gettò a terra la verità, e prosperò nelle sue imprese.” (Daniele8:11-12)
INTERPRETAZIONE:”A motivo della sua astuzia farà prosperare la frode nelle sue mani; s’inorgoglirà in cuor suo, e in piena pace distruggerà molta gente; insorgerà contro il Principe dei principi, ma sarà infranto senza opera di mano.” (Daniele8:25)
Il sacrificio giornaliero e il culto religioso di tutte le fedi, che egli sostituirà con un’abominazione, o ”la ribellione che produce desolazione” della sua stessa immagine (verso13).
I versi 12 e 13 di questo capitolo (che saranno spiegati nell’articolo su Daniele 9) e altri riferimenti predicono che l’antiCristo farà un particolare patto per permettere un sacrificio giornaliero di adorazione religiosa, che mostra che egli sale al potere con la collaborazione del mondo religioso. Ma quando egli sale effettivamente al potere la cosa gli dà alla testa, e diventa completamente posseduto da satana e vuole che tutte le religioni vengano spazzate via e rimanga la sola completa adorazione di se stesso!
Molti passaggi profetici riguardanti il tempo della fine si riferiscono a quello che sembra un vero e proprio santuario o tempio che sarà dissacrato dall’antiCristo. ” il figlio della perdizione (l’antiCristo)… colui che siede nel tempio di Dio…” (2Tessalonicesi2: 3,4 – vedi anche Matteo 24:15 e Daniele 11:31) Così sembra che l’antico tempio ebraico che si ergeva sul monte Moriah dove ora si trova la Moschea di Omar verrà ricostruito.
Però, il santuario che lui abbatte non è solo il tempio di Gerusalemme, ma anche il vero tempio di Dio, l’unico e solo tempio di Dio, il tempio spirituale di Dio, cioè noi! I Suoi figli! (2Pietro2:5) ”Non sapete voi che siete il tempio di Dio? (1Corinzi3:16).
È scritto che questo re dall’aspetto feroce farà prosperare la ”frode” (incantesimi o spiritualismo) nelle sue mani.
Ma oggi il mondo intero è stato così despiritualizzato e sreligionizzato che non accetteranno più nulla di ”spirituale” o ”religioso” come ”scientifico” o vero.Tuttavia, il diavolo, nell’antiCristo, dimostrerà il suo potere soprannaturale spiegando e facendo credere che il suo potere è puramente ”scientifico” e che sta solo usando potere ”scientifico”!
Questo è già accaduto in Russia , dove hanno scoperto nei loro studi di ESP che il mondo spirituale esiste e che è popolato da spiriti, fantasmi, spettri, allucinazioni, apparizioni, o qualsiasi cosa siano. (Questo fu presentato parabolicamente nel film ”Solaris”). Tuttavia, non sono disposti ad accettare la spiegazione che Dio ha già dato nella Bibbia per queste realtà spirituali, ma stanno cercando di trovare qualche altra spiegazione! Forniranno una risposta, alla fine, e sarà satanica! Ma avranno ragioni molto ”scientifiche” per tutto ciò!
Abbiamo un esempio di questo nel cosiddetto Blue Beam Project che annuncerà l’ascesa dell’antiCristo e della sua religione New Age. Il Blue Beam Project è suddiviso in varie fasi, una di queste è
”un misto di forze soprannaturali e di elettronica. Le frequenze utilizzate in quel momento consentiranno alle forze soprannaturali (dèmoni) di veicolarsi attraverso cavi a fibre ottiche, cavi coassiali, elettrici e linee telefoniche, utilizzando gli apparecchi elettronici ed elettrodomestici, e che hanno un microchip installato.
L’obiettivo di questa fase si occupa della materializzazione di spiriti satanici, fantasmi con ingenti fenomeni di ”poltergeist” per tutti in tutto il mondo al fine di spingere tutte le popolazioni nel caos con una comprensibile ondata di suicidi, terrore e permanente disordine psicologico.”
Per molti è difficile realizzare e accettare che in questa fase di questo progetto satanico saranno realmente i dèmoni e gli spiriti in ribellione a DIO che si riveleranno tramite questi fenomeni chiamati ”poltergeist”. Non sarà una cosa strettamente tecnologica ma la tecnologia sarà di ausilio a qualcosa di soprannaturale. Non saranno solo immagini olografiche ”proiettate” come all’inizio del Blue Beam Project ma un vero evento soprannaturale dove i dèmoni si manifesteranno realmente sulla terra. Lo stesso Blue Beam Project è dunque un evento che sotto le sembianze ”scientifiche” nasconde ben altre cose peggiori.
”In piena pace distruggerà molta gente”. Come può distruggere molta gente con la pace? Questo passo richiama certamente visioni Orwelliane di cosa potrebbe essere questa ”pace” (sistemica) nella quale verranno attuate delle procedure di ”selezione” per chi non aderirà al suo governo. La struttura comunista del suo regno catturerà inoltre la mente della gente con una falsa propaganda di pace. Alla fine la giustificazione agli stermini di massa sarà che ciò servirà a mantenere uno stabile modello di ”pace”, eliminando i cristiani e chiunque altro si opponga al suo sistema ”sine cura”.
”Il Capo dell’esercito” o ”Principe dei principi” è naturalmente, Gesù Cristo (Apocalisse 19:16).
combattendo contro la Chiesa egli combatterà Cristo. Come Gesù disse a Saulo, che era un persecutore della Prima Chiesa prima di esser convertito e diventare il grande Apostolo Paolo, ”Saulo, Saulo, perchè mi perseguiti?” (Atti9:4,5)
Dio ha la vittoria alla fine, però, e il piccolo corno ”sarà infranto senza opera di mano”, dalla spada che usciva dalla bocca di colui (Gesù)” (Apocalisse19:21). Quella spada è la Parola, ”la spada dello Spirito, che è la Parola di Dio” – Gesù Cristo! (Efesini6:17; Giovanni1:1).
Malgrado tutta l’ira dell’uomo bestiale e atroce contro i Figli di Dio durante la futura diabolica dittatura mondiale del regime antiCristo, che farà guerra ai santi durante tre anni e mezzo di terrore chiamati nella Bibbia la grande tribolazione, le forze del male non saranno mai in grado di distruggere completamente i veri Figli di Dio, e moltitudini di essi saranno ancora qui per dare gioiosamente il benvenuto al rientro trionfale di Cristo nell’atmosfera terrestre per distruggere i nemici di Dio in grande vendetta con una grande e terribile strage che metterà fine all’antiCristo e a chiunque segue il male!
”La visione” disse Daniele ”è vera” e si realizzerà 
(Daniele8:26). 
La mia e la vostra speranza di sopravvivenza, perciò, è di esser preparati spiritualmente e perfino praticamente sia con l’esperienza personale della salvezza – un cambiamento del cuore mediante l’amore di Dio in Gesù – e sia tramite una conoscenza utilizzabile della Sua Parola e di quello che ci consiglia di fare in tali condizioni come quelle dei giorni difficili che stanno venendo!

un abbraccio nella luce, Dio è ancora sul Trono
Giona
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...