Nel segreto

 

Quando dunque fai l’elemosina, non far sonar la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere onorati dagli uomini. Io vi dico in verità che questo è il premio che ne hanno.

Ma quando tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra quel che fa la destra, affin­ché la tua elemosina sia fatta in segretoe il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricom­pensa.

Quando pregate, non siate come gli ipocriti; poiché essi amano pregare stando in piedi nelle sina­goghe e agli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini. Io vi dico in verità che questo è il pre­mio che ne hanno.

Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricom­pensa.

Nel pregare non usate troppe parole come fanno i pagani, i quali pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. Non fate dunque come loro, poiché il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, prima che gliele chiediate. Voi dunque pregate così:
”Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo. Dacci oggi il nostro pane quotidiano; rimettici i nostri debiti come anche noi li ab­biamo rimessi ai nostri debitori; e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno.”Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.                  

Quando digiunate, non abbiate un aspetto malinconico come gli ipocriti; poiché essi si sfigurano la faccia per far vedere agli uomini che digiunano. Io vi dico in verità: questo è il premio che ne hanno.

Ma tu, quando digiuni, ungiti il capo e lavati la faccia, affinché non appaia agli uomini che tu digiuni, ma al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa.

Matteo 6:2-18

 

Il Signore è il nostro pastore, Egli ci guida nei suoi sentieri di giustizia e verità, non farà mai man­care il Suo braccio per chi confida nel Suo Santo nome! Giorni addietro mi trovavo a meditare su questi passi biblici appena menzionati, riflettevo e cercavo di ricordarne le parole. Non appena possibile presi il mio vangelo che porto sempre con me e lessi! AH! Quale meraviglia! AH! Quale conforto!

Oggi molti di noi si professano Cristiani, Nati di Nuovo dall’opera rigenerante dello Spirito San­to che opera attraverso un cuore contrito e umile! Ciò è tutto vero, ma altresì è tristemente noto che la menzogna è efficace quando questa è simile alla verità. Assistiamo a congregazioni stracolme di credenti che Lodano e cantano a Dio! Si giubila insieme e si prega al Signore con Gioia! Opere potenti sono manifestate nelle riunioni e nei vari luoghi dove ministri consacrati Lodano il nome del Signore. Tutto questo ha l’apparenza della carità, ma per questa essere reale e averne la conferma, il Nato di Nuovo opera nel Segreto!

Troppe volte assistiamo a fratelli che pubblicamente sono irreprensibili e premurosi, li vediamo ac­costarsi a una persona bisognosa e soccorrerla con i mezzi a disposizione, ma nel segreto, quando nessun fratello ti vede… Sei disposto a fare la stessa cosa?

Il Luogo di culto gremito, la lode che sale al Signore, si avverte la presenza del Signore nell’adunan­za!.Fiumi di parole incomprensibili investono i santi che alzano le loro mani al cielo e Parlano a Dio. Piangono i loro occhi per la forte presenza dello Spirito, s’inginocchiano davanti al loro Unico Signore… Ma, nel segreto lontano dai fratelli, hai una preghiera per il mondo?

Le critiche non risolvono i problemi, anzi li insabbiano. Il Signore dice: “Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio” Allora nel Segreto palesiamo la nostra ubbidienza alla Sua parola! Mostriamoci puri di cuore!

Nel Segreto, da noi stessi possiamo discernere la nostra divina appartenenza e Colui che conosce i cuori, pubblicamente ricompenserà!

Siamo Figli destinati a portare Gloria al Suo Nome, un Figlio di Dio che si ritiene tale, NON può dire di credere al Suo Nome e poi non compiere ciò che Egli dice. L’inganno è efficace quando questo non lo sembra, il Fedele Figlio di Dio che ha creduto alla Sua parola non può essere raggirato!

Dio stesso provvede al suo discernimento e questo può avvenire soltanto lontano da altri fratelli, lontano da persone non credenti, Dio stesso darà testi­monianza che quell’uomo è realmente nato di nuovo, che egli è una nuova creatura! E questi non cerca la lode da altri uomini, non si preoccupa cosa possono pensare di lui. Il suo pensiero è rivolto verso le promesse, alla realizzazione del Regno divino, alla Vita Eterna con il suo Signore!

Che Dio vi benedica.

di Antonino Frenda

http://vocechegrida.ning.com/profiles/blog/show?id=2511481%3ABlogPost%3A75187&xgs=1&xg_source=msg_share_post

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...